Buon compleanno, piccolo mio

Home | Infertilità e Adozione | Adozione | Buon compleanno, piccolo mio

Che destino, il tuo. Nascere nel giorno della festa della donna.

Che destino, il mio. Da ora in poi questo giorno non sarà più lo stesso per me. Da ora in poi sarà per sempre il tuo giorno. Mi sento già la tua mamma per sempre eppure non posso farti gli auguri di buon compleanno di persona. Vorrei proteggere i tuoi diritti di bambino, ma oggi non posso che arrendermi all’ingiustizia del sistema

Che destino, il tuo. Chè hai una mamma ma non ce l’hai veramente. Mancano firme, fogli, timbri e una sentenza. Voglio essere per te la Mamma, quella che non ti molla mai, quella che c’è sempre, eppure non posso esserci oggi. Non ti posso chiamare, non ti posso vedere, non posso comunicare con te. Perchè tu esci fuori dagli schemi, rompi le routine, le emozioni ti sfarfallano nella pancia ed esplodono fuori come coriandoli. Perchè le tue emozioni danno fastidio agli adulti. Perchè gli adulti non sono alla tua altezza. Ma tu questo non lo sai.

Oggi riceverai una nostra lettera e un regalo, ma noi non ci saremo. Ho paura che tu possa insconciamente pensare di non essere abbastanza bravo, abbastanza ubbidiente, abbastanza simpatico da meritare il nostro amore. So che in passato lo hai pensato. Ho paura che tu creda di meritarti tutto ciò che il destino crudele ti ha riservato fino ad ora. Ho paura che ti stia preparando ad un altro abbandono. E vorrei poterti rassicurare che non sarà così. Vorrei poterti rassicurare che questo è l’ultimo compleanno senza una famiglia. Che noi siamo la tua mamma e il tuo papà per sempre.

Che destino, il nostro. Di incontrarci per poi separarci e non sapere quando saremo finalmente insieme per sempre. Di essere tanto vicini eppure così lontani, chè ancora non sai se ti puoi fidare e mi hai chiesto mille volte quando veniamo a prenderti e quando torniamo a casa insieme. Di volerti rassicurare ma non poterlo fare perchè non ho le risposte che vorresti sentire. Di chiamarci mamma e papà senza avere idea di cosa significhi, ma con la speranza di passare il resto della vita a dare un senso a quelle parole.

Vorrei poteri augurare Buon Compleanno, piccolo mio.  

 

Il percorso adottivo russo consta di 3 viaggi, al termine dei quali si forma la famiglia adottiva. Dopo il nostro primo viaggio abbiamo avuto (eccezionalmente) la possibilità di comunicare con nostro figlio tramite videotelefonate. Purtroppo, dopo alcune di queste comunicazioni l’istituto ha deciso di interrompere questa modalità di comunicazione, per diversi motivi, tra i quali il fatto che nostro figlio manifesta una reazione emotiva importante dopo averci visto e parlato.

By | 2019-03-08T21:14:52+00:00 8 marzo 2019|Adozione|0 Commenti