About me

Home | About me
About me 2018-03-27T17:07:56+00:00

Mi chiamo Carmen, età 40+. Sono una donna infertile

In alcuni momenti della vita ho pensato che lo status di infertile fosse l’alfa e l’omega di me stessa, una specie di etichetta che nascondeva e sviliva tutto il resto. Una sorta di macro-identità che fagocitava i miei studi di Psicologia, il dottorato in Antropologia, la grande passione per la psicologia perinatale, e il mio essere sorella, figlia, moglie, amica…

Ho lavorato come docente universitaria a contratto, ma ho svoltato nella vita solo dopo aver fatto i bagagli e lasciato l’Italia. Come puoi vedere dalla foto, ora vivo a Mosca, da un paio d’anni.

Durante la mia formazione ho fatto un tirocinio Post-laurea presso un ente pubblico che si occupa di preparazione al parto. Da allora, ho una passione sfrenata per le tematiche psicologiche che ruotano intorno a gravidanza, parto e allattamento. Per questo ho conseguito un Diploma come insegnante di Hypnobirthing, e sto completando un corso in Psicologia Perinatale.

La “voglia di vita”, per fortuna, mi ha sempre salvato, ed oggi so di essere molto più che una donna infertile.

E’ grazie a questa voglia di vita che riesco a lavorare con le mamme e i bambini, pur non avendone di miei. Sono una mamma-non-mamma, così mi definisco. Una donna che ama le mamme e i bambini. 

Chi sono oggi?

Sono ottimista col cuore e pessimista con la testa, forte ed insicura allo stesso tempo, complicata nella mia semplicità, coraggiosa per una sorta di insofferenza verso l’accettazione della realtà.

Amo le motociclette, leggere classici della letteratura, e fare passeggiate in campagna. Mi commuovo per niente, ma allo stesso tempo “mimetizzo” bene lo stress psicologico. Ci ho messo diverso tempo, tante lacrime e frustrazione per arrivarci, ma ora so di poter convivere con le mie contraddizioni, che amo nutrire invece di sacrificarle per una più comoda e socialmente accettabile coerenza. 😎 

Ho la mania del perfezionismo, ma non ho fretta di rifare il letto la mattina. Tento da anni di imparare a cucinare, senza molto successo. Per fortuna ho sposato un uomo che ama stare ai fornelli e al quale non importa di stabilire chi “porta i pantaloni” in casa.

Fin da piccola vivo in attesa del futuro. Molto sognatrice e mai con i piedi per terra, ero e sono una persona idealista. Sono per natura ansiosa e paurosa, sincera e trasparente, anche se spesso le persone confondono una certa tendenza all’introversione con l’alterigia.

Dopo tanti anni alla ricerca di acchiappare la cicogna ho capito che, come dice Forrest Gump, la vita è “come una scatola di cioccolatini. Non sai mai quello che ti capita”.

Nel 2015, in un momento piuttosto difficile, ho deciso di tatuarmi sul braccio una fenice, simbolo di rinascita, per non dimenticarmi mai (ho una cattiva memoria, il tatuaggio si è reso necessario! :mrgreen: ) di rialzarmi sempre e di ripartire più determinata di prima. E nonostante tutto, nonostante la testardaggine, l’aver imparato la pazienza (quando invece vorrei TUTTO E SUBITO), è stato difficile, e tutt’ora lo è, piantare i semi di una vita bella e fruttuosa ogni giorno. Spesso in passato mi sono sentita vuota, incompleta, insensata e senza futuro, come un ramo secco. Poi, piano piano mi sono convinta che la fertilità della vita vinca sempre sull’infertilità del corpo, e sto cercando di trovare il mio modo di essere generatrice di vita, ogni giorno. Questo blog è il posto dove metto tutto questo, come persona e come professionista della nascita.

vita fertile

Dalla mia pagina “Propositi per un blog“, puoi farti un’idea di come navigare il blog, e di cosa troverai sotto ogni categoria.